The Final Frontier
(EMI)

1. “Beyond The Eyes Can See” (Smith, Harris) 4:17
2. “Where No Man Has Gone Before” (Smith, Harris) 5:52
3. “Higher And Faster” (Smith, Harris, Murray) 7:34
4. “The Antagonist” (Gers, Harris) 6:07
5. “Longing For Heaven” (Smith, Harris, Dickinson) 6:58
6. “Murky Space Race” (Dickinson, Harris) 7:36
7. “Catastrophe Of A Thousand Light Years” (Murray, Harris) 8:29
8. “The Final Frontier” (Gers, Smith, Harris) 14:09

Durata complessiva:    59:46
Durata media delle canzoni:   7:42
Ipotesi ragionevole: la prima canzone è il singolo, avrà un riff mezzo riciclato e una melodia scontata, ma almeno sarà semiascoltabile. L’ultima sarà un’abominio fatta da due Hallowed Be Thy Name di fila. Le altre saranno come Hallowed Be Thy Name, nel nome della “vena progressiva” percorsa negli ultimi vent’anni (era Bailey inclusa).

Da ciò possiamo dedurre, con matematica certezza, che:

The Final Frontier

========>

PS: cercando in rete le fonti della tracklist, si arriva al sito bulgaro degli Iron Maiden, quindi la notizia va presa con le molle, anche perché certi titoli tipo Longing For Heaven o Murky Space Race (troppo zuccheroso il primo, troppo ironico il secondo) mal si addicono alla tronfia solennità degli Iron odierni. Ciononostante, le considerazioni qui presenti andranno bene anche per l’eventuale vero nuovo album. Ma garantito al limone.