I am the one you warned me of


Oggi pomeriggio ho fatto un giretto tranquillo sul lungomare, con sosta in una storica libreria locale. Mi sono intrattenuto in amene conversazioni con le mie amyche libraie, quella daglocchioni blu e quella daglocchioni verdi, e intanto ho scandagliato mensole e scaffali. A parte che mi sono preso un libro che cercavo da un po, vengo colpito tra collo e colletto da due cose: uno scaffale zeppo di libri in apparenza dinformatica (colpa di una veste grafica truffaldina), ma che in realtà sono la spazzatura di David Icke e coglionerie simili; e poi un ripiano poco distante pieno di "La Casta", "La P2", "Abberlusconi contro la Magistratura 2", "La Crosta", "Storia segreta della mosca cieca", "Il Signoraggio tha fregato, pirla!" e via di questo passo. Che sconforto. Evidentemente cé un mercato cospicuo per pubblicazioni di questo tipo visto che ogni mese ne escono centottanta nuove. Il che mi porta allultima, spero, elucubrazione sul perché e sul percome queste robe piacciano tanto.

La spiegazione occulta, la manipolazione dietro le quinte, la regia invisibile dietro ai Grandi Eventi sono i nuovi misteri insondabili dellesistenza. Per spiegare, principalmente a sè stessi, come mai non siamo dei Grandi, non siamo fortunati, non siamo Di Più, si usa il megacomplotto con regia multiangolare in luogo dei vecchi Dei capricciosi che giocano a scacchi con le vite dei mortali. Naturalmente non è una compulsione consapevole, è piuttosto un bisogno latente che trova soddisfazione immediata nelle farneticazioni complottarde. Cè un sacco di gente in giro che vuole solo qualcuno o qualcosa di remoto e intangibile su cui poter sfogare la propria frustrazione inesauribile; non puoi più prendertela con Zeus, Odino o Anubi? Non importa, leggi qui, è tutta colpa degli ebrei, delle banche, degli americani, escimi il danaro e te lo spiego con una bella serie di libri e articoli su siti web (a volte pure a pagamento). Ecco, più o meno è questo il meccanismo. Ora, sebbene il cospirazionismo non sia una novità degli ultimi anni, ha comunque subito unaccelerazione talmente impressionante da finire dritto dritto nel mainstream. Boooooooom. Sono dellidea che gli effetti siano stati deleteri. Andando nelle metafore mongoloidi, il complottone è come una cipolla al contrario: nelle cipolle normali uno sbuccia strato dopo strato fino ad arrivare alla fine, nelle cipolle al contrario si parte dal centro e si sbuccia verso lesterno in un processo infinito. E una stramberia che nasce dallaccumulo di diverse tensioni sottocutanee che si carburano vicendevolmente. Detta carburazione punta dritta verso una direzione totalmente sballata in cui il vero e il falso perdono significato o coincidono, che poi è la stessa cosa, e ci si arriva per gradi:

1) Linformazione della menzogna
Lha spiegato bene Uriel, in realtà credo di dire poco altro. In sostanza, lansia di analisi e di complessità data da sovrabbondanza di materiale, unita alla sfiducia nei poteri che ci vogliono manipolare e controllare perché altrimenti faremmo la rivoluzione e spaccheremmo tutto, fanno sì che qualsiasi cosa un media ufficiale dica sia automaticamente fasulla e menzognera, corrotta per loschi fini. Allo stesso tempo, qualsiasi cosa proliferi sui canali alternativi (= internet nel 99% dei casi) va bene o comunque va meglio dellinformazione mainstream, senza che in realtà ci si chieda mai quale fine possa avere linformazione alternativa. Ma alternativa a cosa, visto che è tanto frequentata quanto quella mainstream ed è, di fatto, niente più che un altro mainstream dalle opinioni altrettanto appiattite su posizioni standardizzate? Il risultato è che il fatto riportato così comè non va più bene: se non ci sono machiavelliche spiegazioni dietro le quinte, cè qualcosa che non torna. E quindi non importa che le Brigate Rosse abbiano ucciso persone e rappresentanti delle istituzioni per sovvertire lordine e fare un colpo di stato, che volete che sia – ci sono sicuramente dietro i Poteri Occulti, la P2 e Kermit, e il fatto stesso che non ci siano prove è una prova.

2) La declassazione della competenza
La propagazione virale del concetto di sopra non cessa di far danni. Se "ufficiale" è per forza merda e "alternativo" è per forza buono, ci vuol poco a declassare conoscenza e competenza, solitamente frutto di anni di disciplina, studio, applicazione. Sono solo mezzi con cui le elite ci controllano altrimenti faremmo la rivoluzione, mezzi di creazione a tavolino di una cultura massificata, no? La vera verità è sempre celata per oscuri fini economici, no? E così, Giuliani ha lottato contro le elite scientifiche parruccone radunate in Casta che lhanno preso a calci in culo perché si sentivano minacciate. Non ci può essere nessunaltra chiave di lettura, perché il metodo scientifico è della Casta, e quindi è giusto ribellarsi alla Casta. Ora, se la cosa restasse lì fino al cospirazionismo internettaro e alle chiacchiere, il danno sarebbe anche limitato. Ma quando pezzi di merda tipo il dott. Tullio Simoncini vogliono offrire le loro cure alternative ai malati di cancro e si dicono osteggiati dalla medicina ufficiale foraggiata dai produttori di farmaci, beh, in questi casi ci vorrebbe davvero il napalm. Contestare lesperto senza saper niente dellargomento ormai è prassi consolidata: lesperto è sicuramente prezzolato e quel che dice non ha valore! La gente è sempre buona e sempre manipolata, ma ora ha capito che tutto quello studio è inutile perché tanto è falso ed è come il latinorum di Don Abbondio! Ribellati! Non cè alcun gioco speculativo finanziario a cui hai partecipato tu stesso senza rendertene conto perché non ci capivi un cazzo, no, è tutta colpa del signoraggio! Il solare non è unenergia di merda a basso rendimento, è tutta colpa della lobby dei petrolieri!

3) Il rasosio di Occam e la cornucopia di Macco
Cera un tempo il rasoio di Occam, un principio secondo il quale è sempre preferibile scegliere la spiegazione più semplice. Questa linea guida ha contribuito a portare lumanità dovè ora, diventando parte integrante del metodo scientifico. Adesso siamo nella cipolla al contrario, e quindi dietro ogni fatto ci devessere una macchinazione, e più la macchinazione è grande e incasinata, più è vera, e non finisce qui: più si scoprono dettagli della macchinazione, più si sbuccia la cipollona e si scopre unaltra macchinazione e così allinfinito. Dove il rasoio di Occam tagliava e selezionava, arriva la cornucopia di Macco: più ce nè meglio è, non importa lillogicità, la contraddittorietà o la pura e semplice stupidità di quel che si sostiene. Basta sia incasinato, dietro le quinte e occulto, ci penserà la cornucopia poi a fornire scorte illimitate di dettagli che vanno tutti bene contemporaneamente.

4) Il dubbio come unica certezza
Il dubbio ha permesso alluomo di progredire, mettendolo nella condizione di dover rivedere le proprie posizioni, ragionare, trovare altre vie e infine percorrerle. Solo gli stolti hanno certezze, si dice. Il dubbio è sano. Ma avere solo dubbi, irragionevoli dubbi su qualsiasi cosa, in virtù del fatto che tutte le branche della cultura sono false e dietro ogni cosa cè un oscuro disegno, è stolto quanto avere solo certezze. E se forse il medioevo fosse una falsificazione storica creata dalla Chiesa? E se la geometria e la fisica fossero state inventate apposta per farci credere che la Terra sia sferica quando invece è cava? E se…

5) La coincidenza universale
Una mente ormai suggestionata vede coincidenze ovunque, e se non ci sono le crea. Le correlazioni inesistenti sono tipiche delle menti superstiziose: vedi un gatto nero, che sfiga, ora ti succede qualcosa di brutto! Se sei superstizioso, ti ricorderai di quel gatto nero visto a poca distanza dallepisodio sfigoso, mentre ignorerai tutte le altre volte che hai visto un gatto nero e non tè successo un cazzo. Trasferiamolo su scala universale: John Cia, il 9/11 era a pranzo in un locale di proprietà di Avi Cohen, che tratta pure affari col medio oriente – vuoi che sia un caso? Anche se si parla di un Avi Cohen che è solo omonimo?

Con questi presupposti, ormai, qualsiasi cosa passata o presente è del tutto opinabile, i pareri sono tutti equivalenti perché fra esperto sicuramente prezzolato e ignorante sicuramente in buona fede che si ribella, ovviamente, meglio il secondo, che è uno di noi, non è parte o al soldo di unelite politicheconomica, e vede attraverso le loro bugie perché ne dubita in base al fatto che tutto quello che dicono è falso ed è falso perché si basa su teorie false escogitate apposta per ingannare la povera gente, gli esperti fanno questo lo studio è un modo per imbrigliare la gente a credere… (adlib sbrocching). Oh, mi viene in mente una storiella sinistra che ora vi racconto.

<Storia sinistra>

Nellagosto del 1804 nacque un bambino speciale nello stato del New Hampshire. A causa delle peculiarità astrologiche legate al tempo e al luogo della sua nascita, questo bambino suscitò linteresse degli Invisibili, che così diedero poteri sovrumani al giovane (per esempio, cambiare aspetto a volontà o vedere il futuro). Crescendo, quel giovane così speciale sentì il richiamo dellavventura e iniziò a viaggiare, andando prima in Texas e poi, nel 1829 a New Orleans. Qui ebbe una visione: sarebbe dovuto andare in Messico per trovare un artefatto perduto, alieno, piovuto dal cielo ma mai ritrovato. Fu così che il giovane si unì allequipaggio di una nave diretta in Yucatan, nave che però viene colta di sorpresa da una tempesta ferocissima e imprevista dal nostro, che sopravvive a stento. Il giovane esploratore riuscì in ogni caso a sopravvivere al naufragio, a differenza dei suoi compagni più sfortunati; stremato e mezzo morto, riemerse su una spiaggia su qualche isola del Golfo del Messico. Fu proprio lì che, per la prima volta, udì le voci degli Invisibili, che gli rivelarono la sua vera natura: tutti gli eventi della sua vita erano stati accuratamente predisposti per portarlo proprio lì. Gli Invisibili lo mettono di fronte ad una scelta, morire da umano o diventare il loro servitore. Il giovane accetta di servirli e così viene resuscitato da una setta di servitori umani degli Invisibili, la setta del Culto dellOstrica Blu. Il suo nuovo nome è Desdenova, "Luce Eterna". Nei 63 anni successivi, Desdenova intervenne segretamente nella politica europea, prendendo il posto di figure di primo piano grazie ai suoi poteri – in questo modo, manipolò il corso della storia secondo il volere dei suoi padroni. Dopo la scoperta che lascesa della superpotenza britannica, a partire dal sedicesimo secolo, coincise col ritrovamento di un misterioso specchio di ossidiana nelle giungle del Sudamerica da parte del mistico John Dee, Desdenova ripartì per il Messico per concludere lantica missione. In una piramide Maya scoprì uno specchio nero, gemello dello specchio di John Dee. Lo specchio fu donato da Desdenova alla nipote, e rimase a prendere polvere per ventunanni. Nel frattempo, avvelenava le menti e le coscienze dellEuropa, fino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale – una malattia dalla lunga incubazione.

Nota: la sequenza temporale precisa di tutti i fatti elencati è incerta – pare che Desdenova, dopo la sua resurrezione, potesse anche viaggiare nel tempo.

</Storia sinistra>

Ci sono diversi modi reagire, a questa storia sinistra. Molti si chiederanno se è la storia di un film o di un libro, altri se non sia solo una stronzata che mi sono inventato ora così, tanto per irritare profondamente il lettore. La storia ovviamente non è mia, ma è quella narrata dai Blue Öyster Cult in "Imaginos", splendido concept album del 1988.  Lho raccontata perché parla di entità che manipolano la storia fino a far scoppiare la prima guerra mondiale, seguendo un disegno ignoto.

"Imaginos" raccoglie le fila di un discorso che i BOC iniziarono nei loro primi tre album (lomonimo, "Tyranny And Mutation" e "Secret Treaties") in cui si parla, con un tono a metà strada fra il serio e il faceto, di trame nascoste, orrori mediatici, doppie nature, entità superumane e segreti inconfessabili – il loro universo lirico lo si potrebbe situare al crocevia fra HP Lovecraft, Thomas Pynchon, il Neal Stephenson di "Cryptonomicon" e certo Fritz Leiber. Quindi storie segrete, nature segrete, entità superumane e manipolazioni mentali.

Qualè il punto? E che la storia di "Imaginos" ormai è un disegno cospirativo perfettamente credibile per la mente in balia dei deliri di Icke. E se presa letteralmente può sembrare un tantino eccessiva, cè un barbatrucco. I sei membri storici dei BOC sono tutti e quanti ebrei newyorkesi, così come il loro manager Sandy Pearlman. Sia Icke che Blondet potrebbero dire che si tratta di ebrei rinnegati che, spinti dal senso di colpa, avrebbero rivelato in forma allegorica ma non troppo informazioni preziose per mettere in guardia chiunque abbia orecchie per intendere. Lo potrebbe dire pure Mazzucco di LuogoComune, mi sa. Fatto sta che, dando per buoni i cinque punti illustrati sopra, niente appare più irrealistico o improbabile, se hai lunica certezza di vivere nel mondo che un Demiurgo ti ha creato per ingannarti, e limpossibile coincide col nascosto, nascosto che le fonti alternative su internet avrebbero scoperto e decodificato.

Sarebbe interessante diffondere la storia di "Imaginos" in LuogoComune o posti del genere. Sai le rise? <!– –>