Coglioni sopravvalutati: Licio Gelli e la P2

Laltro giorno unamica mi manda questo messaggio, a metà strada fra lo sbigottito e lo sbriciolato in due dalle risate:

Ciò mi e stato detto ed io sono incredula e basita da due giorni: "La P2 voleva fare un golpe con la Forestale. Eho si sa. Ci sono anche le prove!" Ma come si fa un golpe con la FORESTALE?! Invadi il parlamento con il gas allamanita falloide?! assedi il Senato con i cinghiali?! ma mi è davvero richiesto di credere a questa cazzata stratosferica?!  anche perché se un governo si fa golpa dalla forestale si merita il golpe, e delafia!

Cara mia, capisco perfettamente. Anchio di questa cosa non sapevo un cazzo, e pure io reagisco così, un po sbigottito ("ma davvero mi è richiesto di credere a questa cazzata stratosferica?") e un po sbriciolato in due dalle risate (tutto il resto). Ma continuando oltre, credo che la P2 fosse, di fatto, unaccozzaglia di ladri di polli e maneggioni, e Licio Gelli stesso un emerito coglione. E per tutta una serie di motivi che tosto villvstro.

Il dopoguerra
LItalia era uno dei paesi che, nella seconda guerra mondiale, hanno perso. La ricostruzione post-bellica è avvenuta grazie al Piano Marshall, un investimento americano che accelerava la ricrescita dello staterello semidistrutto in cambio duna prona sudditanza in funzione antisovietica. Già questo dovrebbe bastare a far capire una cosa: la sovranità è limitata, le politiche italiane sono sempre state condizionate da quelle NATO, soprattutto in epoca di guerra fredda, e lidea di una "democrazia autoritaria in funzione anticomunista" era semplicemente stupida, perché per essere "autoritaria" una "democrazia" deve anche essere parecchio sovrana e padrona del proprio destino, capace anche di rispondere "no" a richieste dallalto. Cosa che non era possibile per i summenzionati vincoli di cui sopra. Gelli, di conseguenza, era un coglione.

Le logge massoniche
Di per sè sono illegali tuttoggi, eppure si sa che ci sono. Avrete anche vicini di casa massoni, immagino. Il geometra del comune e il più grande costruttore edile della vostra città magari sono affiliati alla Massoneria, e perché no, pure quellavvocato che lavora sempre con loro, chi lo sa. Non che al Rotarys o al Lyons succedano cose molto diverse: gente di un certo peso, magari solo locale, che si ritrova in ambienti confortevoli e al riparo da occhi/orecchie indiscreti per scambiarsi favori (nellaccezione più ampia possibile del termine). Le logge massoniche hanno solo quel fascino del segreto, dellesoterico e del romanzesco, in più, e magari una rete di contatti più estesa. La P2 era una loggia di questo tipo, messa su da un faccendiere di mezza tacca (Gelli) per leccare il culo con "piani anticomunisti" ai potenti americani.

Whos who, whats… forfora?
Politici, giornalisti, militari, banchieri, di tutto un po. La lista degli affiliati è stata resa pubblica e la trovate tranquillamente su millemila siti web (qui metto la Wiki in inglese). Fra dementi e freakazoidi vari, tutta quella gente è stata coinvolta in operazioni finanziarie fallimentari, scandali e gossip: un po poco per chi avrebbe dovuto, a quanto pare, controllare di tutto e di più. Negli Anni di Piombo, dove lItalia fu teatro di una sorta di partita strategica fra superpotenze che manovravano idioti locali, lo spazio di manovra per questi della P2 poteva essere giusto quello di fornire qualche supporto logistico e manipolare un po dinformazioni, che sarebbero state manipolate comunque. I misteri che ancora ci sono, infatti, non sono certo tali grazie alla P2, quanto piuttosto ai servizi segreti, per di più esteri.

1981 – fine

Con lo scoppio del caso del Banco Ambrosiano, la P2 salta in aria, viene tutto allo scoperto, la ragnatela si dispiega, Gelli finisce ai domiciliari, altri in galera, altri ancora sottoterra, i più fortunati restano liberi. Mitomania vuole che gli anni 70 italiani fossero stati un laboratorio per creare la politica prossima ventura fatta di fitti legami fra istituzioni, esercito, affari e informazione – fitti legami, vero, che sono vecchi come il mondo. Il programma rinvenuto a casa di Gelli si è rivelato, a quanto pare, profetico sotto diversi punti di vista. Grattando un po sotto la suggestiva ipotesi del Grande Complotto Pidduista Metafisico e Ineluttabile, vediamo che alcune cose si sono realizzate perché tutto il mondo occidentale è andato in una certa direzione (dunque per coincidenza), altre in seguito ai cambiamenti imposti dal crollo stesso dellURSS, quindi sarebbero avvenute comunque (vedi per esempio scuole, tv private, sindacati cancerosi).

Abberlusconi, lex piddue di maggior successo, può anche aver preso ispirazione dal piano di Gelli per i suoi fini, anzi, è molto probabile – se hai a disposizione buone idee già pronte, è inutile spremersi le meningi per trovarne di nuove. Resta il fatto che il golpe abberlusconiano non avverà mai, come non avvenne mai quello della P2 con la Forestale (o con gli Uruk Hai, a questo punto vanno bene anche loro): la sovranità di fatto limitata dellItalia è unostacolo invalicabile. LItalia deve rispondere delle sue azioni ai burocrati dellEuropa e agli Stati Uniti, deve obbedire a parametri, standard e cazzi vari. Ora cè la crisi economica che porterà ad un cambiamento in questi standard, ok, ma la fitta rete di obblighi e doveri resta. Anche qui la mitomania è molto spassosa: per alcuni lEuropa sarebbe stata creata per tenere a freno lItalia, incubatrice delle dittature e dei totalitarismi novecenteschi grazie a Mussolini, quindi per sua natura tendente a produrre feroci regimi che propagandosi potrebbero sconvolgere di nuovo il mondo intero e farlo ripiombare nei vecchi abissi. Che però il mondo sia molto cambiato da allora non li sfiora minimamente? E Abberlusconi continua a fare un po quel che vuole, è vero. Del resto, ormai ha imparato perfettamente a controllare una gran massa di idioti, e non mi riferisco necessariamente agli spettatori delle sue tv. <!– –>