Ma prima erano meglio, eh…

Succede sempre, prima o poi, che uno dei vostri musicisti/scrittori/svuotatori di posacenere preferiti passi da un seguito di culto e di intenditori ad uno più ampio e generalista. La sensazione che se ne ricava è, di solito, mista, perché se da un lato cé da rallegrarsi perché finalmente il Nostro ha quel successo che avrebbe meritato da prima, dallaltro non ci si sente più parte di un piccolo club esclusivo e familiare. "Sì, bravissimi eh, ma prima erano meglio, guarda, io li ascolto da prima di…" è la frase classica del vecchio fan, e lesempio per eccellenza di tutto questo sono i Metallica.

Ok, veniamo al punto cui già ho accennato nel post precedente, nonché nel passato più o meno remoto di questo sblogbs: lUAAR mi ha rovinato lateismo, che praticavo da anni con sottile soddisfazione (la soddisfazione di aver ridotto di uno lordine di complessità dellesistenza, quantomeno nellesperienza personale, che poi è lunica che conta) per gettarlo nella stupidità delle diatribe mediatiche, dove ci sono due tifoserie contrapposte che gridano slogan a comando. Lateismo come psicosetta. Quanto li odio. Dio ape, ma non potevano starsene zitti anziché innescare queste ridicole gazzarre da venditori di cianfrusaglie e pozioni medicamentose? AllUAAR sono anche mongoli perché hanno sbagliato completamente il campo di battaglia: il problema è quanto la Chiesa rompa i coglioni, non Dio in sè, che per me esiste solo nella misura in cui esiste un tipo basso nato a Cortland che cantava nei Rainbow. Laltro Dio, la cui esistenza o meno è indimostrabile, è appunto oggetto di fede, e quella cè sul serio, lo si vede di continuo ovunque ci siano chiese, crocifissi, preti e divoti. O kamikaze kefiati, per par condicio. Se cé da intervenire, è dove questa fede produce effetti dannosi, che sono indipendenti da Dio esiste/ Dio non esiste.

Eccoci ora al nocciolissimo, la Chiesa, che interferisce, perseguisce, orienta, scassa il cazzo, produce una visione del mondo medievale e antiquata ed è un fattore retrotrainante dellevoluzione umana. Questo è il problema, e tentare di risolverlo con qualche balordaggine ab initio, una cosa tipo "il vostro Dio non esiste un cazzo quindi voi siete delegittimati e ora fanculo dio merda gne gne gne", è semplicemente una minchiata sismica. Se è vero, come è vero, che lalgoritmo dellumanità fa sì che ogni civiltà abbia la sua religione predominante attanagliata come un polpo maligno ai gangli del potere (e non parlo di Cthulhu, che si limiterebbe a spaccare tutto), è anche vero che si vive in unepoca più avanzata rispetto al medioevo: lantica questione la si risolve sul piano legale e tanti saluti. Prendiamo Thomas Cromwell: per mandare a fare in culo Roma e la sua "giurisdizione spirituale" sugli inglesi, di fatto equiparò al tradimento lobbedienza di un cittadino inglese ad un ordine del papato. Chiaro, efficiente, pragmatico. La Chiesa gode di mille mila privilegi e scassa il cazzo pretendendo di dire la sua sul pubblico e sul privato in uno stato che, per costituizione, è laico e aperto a qualsiasi tipo di culto? Bene, è questo il campo di battaglia, non una zuffa teologica che non porta a niente, se non a mongoloìdiche risse. Invece no, si sceglie proprio la cosa peggiore, cioè trasformare lateismo in ideologia, e quindi in una religione con dogmi e controdogmi che produce uno squilliardo di militanti. E i militanti, di qualunque fazione, sono davvero una mina in culo: logorroici, noiosi, spaccapalle, ottusi, e naturalmente inconcludenti. E avere in giro i militanti di una cosa che mi piace rende il gusto della cosa in questione un po amarognolo, soprattutto perché dora in avanti mi toccherà dire che sì, sono ateo, ma con quei coglioni dellUAAR non centro nulla. Un po come i cristiani che si distaccano dalla Chiesa, ecco.

Ma come, dirà qualcuno, non sei contento se trovi altra gente che la pensa come te? La risposta è "non se si tratta di deficienti". In secondo luogo, a me non interessa che spariscano le religioni di per sè. Ognuno può credere in quel che vuole e non sta a me fargli la predica che sbaglia. Non ho mai cercato in vita mia di convincere qualcuno che dio non esiste, non minteressa affatto ed è noioso. Occorrono solo le linee di demarcazione giuste: medici obiettori di coscienza che non somministrano la morfina perché "il dolore sbroc sbroc" devono essere spediti via a calci o obbligati a somministrarla, perché il loro dovere è verso il paziente e non verso un credo. E così via, in tutti i campi dove sia ravvisabile, cromwellianamente, che si agisca in conformità col Vaticano anziché con la legge. Dai politici ai panettieri ai medici ai ricercatori, il fine, ricordatelo, è migliorare le condizioni di vita. Se dar retta alla Religione Dominante è di ostacolo allobiettivo, la Legge si muova per spezzarci le braccine con tutta la forza necessaria.

Cari bagnaschi e cari uaaristi, pigliatevi una bomba h nellesofago e piantatela. Siete relitti. <!– –>