Coincidenze, vero?

Come sempre succede, alla scomparsa di un Grande Capo di Stato Inviso al Systema, si sprecano tante lagrime di coccodrillo. Infatti è stioppato Joerg Haider e tutti ora fanno finta di compiangerlo, perché è morto in uno stupido incidente stradale. Oh sì, ne siamo tutti convinti, di questo, sisssì. Se esaminiamo la vicenda, tutto appare un tantinello sinistro e pieno di particolari che non tornano. E vero che Haider guidava a duemila allora con otto medie a stomaco vuoto in circolo, ma questo secondo voi è sufficiente a giustificare un incidente mortale? Puzza già, vero? E non avete ancora sentito il resto.

Qui sotto, una foto dellauto di Haider:

Ci sono tre particolari sospetti che hanno stuzzicato subito lattenzione delle persone più attente che non stanno a farsi riempire le orecchie di bambagia dai media sionisti:

1) Sul tetto dellauto
cé un buco circolare. Ora da quando in qua una macchina si cappotta e presenta un foro perfettamente circolare, eh? Non tirate in ballo cartelli stradali, spartitraffico e altre cose che avrebbero potuto impattare il tetto durante il cappottaggio: in quanto classici elementi giudaici, Haider stesso li aveva fatti rimuovere giuocoforza dalle strade della Carinzia, diocàn. E nemmeno si può dire che il buco sia di chissà che forma e sembri circolare per effetti prospettici: come dimostrato ampiamente nelle false foto dellallunaggio, o nei filmati tarocchi degli aerei contro il WTC, gli effetti prospettici non esistono. Quindi, da quel che si può evincere da questa foto, si tratta della più plausibile prova di assassinio. Potrebbe esser stato un colpo di mortaio, un laser dal Jewsat2000 in orbita nascosta (non ne è mai stata provata lesistenza, ma nemmeno la non esistenza!), oppure lesplosione di una carica segretamente nascosta nel tetto.

2) Loggetto, perfettamente integro, a fianco della vettura. Come dovremmo ben sapere, negli incidenti gli oggetti di piccole dimensioni si dovrebbero disintegrare completamente senza lasciar traccia, e se non lo fanno è solo perché sono prove falsificate. Quelloggetto potrebbe dunque essere benissimo un transformer camuffato che ad un certo punto ha preso il controllo dellauto portandola a schiantarsi ad altra velocità. Un robot tipo questo:

Nel film "Transformers" si vedono questi e altri esseri cibernetici, ormai desecretati in quanto obsoleti! Perché lingegneria dellesercito americano e del Mossad ha sviluppato intanto robot ben più avanzati, che di sicuro sono già fra noi e ascoltano le nostre conversazioni!

3) La pozzanghera
. Come potete vedere, è perpendicolare allauto. Ora, che in seguito ad un incidente una macchina finisca di cappottare in posizione perfettamente perpendicolare a quella di una pozzanghera è molto, moolto, moooolto improbabile. E probabilissimo quindi che la pozzanghera sia stata aggiunta a posteriori subito dopo lincidente, magari proprio dal Mossad, per rendere più credibile la storia dellalta velocità su strada bagnata.

Insomma avete visto che già da una foto è possibile trarre indizi importanti. Come sappiamo, Haider era un politico avverso al sistema e voleva preservare la razza dallinvasione dei negri, ideata dalla massoneria giudaica per indebolire gli europei con le droghe e dominare il mondo. Haider aveva iniziato un programma per contrastare le scie chimiche al fine di ridurre il signoraggio, ma ha pagato il suo coraggio con la vita. Come ogni politico troppo popolare e coraggioso (vedi gli illustri precedenti tipo JFK, Lady D., Gandhi), Haider è stato silenziato dai padroni del vapore e dunque le sue iniziative antinegro, antibanca, antiimperialiste, antigiudaiche si sono fermate. Questo finché qualcuno non riuscirà a rompere di nuovo il muro di silenzio, a chiedere giustizia per Haider e a portare sul banco di accusa gli ebrei che controllano tutto sbroc sbroc colpevoli sbroc sbroc stati loro di sicuro sbroc sbroc mettiti contro di loro e la vedi diocane sbroc sbroc. <!– –>