I negri ci rubano il lavoro, le donne, i bambini e i negri

Sé parlato uno sbanderno del problema sicurezza, gli immigrati, i pogrom di rom (o i romrom di pog) e i pogram di ram, le norme antiimmigrazione etc etc etc. Non qui, intendo, dico in generale – tutti i media ci scassano i coglioni con questa storia, tutti i vicini dombrellone ne chiacchierano, uno non può nemmeno sdraiarsi sotto lombrellone a succhiare un bel pezzo di ragù congelato che subito gli tocca sentire i discorsi dellimmigrazione. Che palle. Comunque limmigrazione è stata determinante per le elezioni, solo gli imbecilli come Bertinotti e Diliberto ancora non se ne rendono conto, perché sono sempre troppo impegnati a fare viaggi di solidarietà a Cuba o a provare la nuova balalaika comprata a Stalingrado.

Ora cavevo voglia di mettere insieme alcune delle frasi, fatte o sobrie, che si sentono in giro da anni. Spesso connesse con limmigrazione. Altre volte no, ma insomma, tutto non si può avere. I risultati sono sorprendenti e definiscono chiaro e tondo quale sarà il destino dellItalia sbroc sbroc, con gravissime conseguenza che ne minano alla base le radici culturali, il sangue patrio, il mos maiorum, lo jus primae noctis e la ventilatio intestinalis putrex. Il destino che molti temono, intendo.



(nella foto: invasore negro rapisce un romano fanciullo ariano)

Vecchia Legge Non Scritta: Laurea(Scientifica or Umanistica) ===> Trovare(Lavoro) and Sistemarsi(Diobestia)

Cioé, voglio dire, se uno studiava, e le lauree erano quelle che erano senza tanti voli pindarici, cazzi arrotati e cani stiacciati, era molto più facile riuscire a trovare un lavoro decente con cui campare meglio (ovvero, più agevolemente). La Vecchia Legge Non Scritta non era infallibile, ma era ragionevole. Poi oh, il mondo è cambiato, tante certezze sono diventate incerte, e ogni singolo atomo della Vecchia Legge Non Scritta è andato in crisi.

Mettiamo insieme, un po alla rinfusa, un certo numero di frasi, ognuna delle quali è un agente crisogeno (nel senso che "genera crisi", non oro, non rompete i coglioni con letimologia ora):

– cé un sacco di lauree che non servono a una sega;
– si laureano tutti;
– si è tutti precari;
– il titolo di studio è tanto comune quanto svalutato;
– tutti si laureano, nessuno vuole più fare "i mestieri";
– tutti, per laurearsi, restano in casa fino a trentanni e passa per pigliare anche il master e il postdoc e il cazzemmazz andando avanti con 545 neuri netti al mese;
– arrivano un sacco dimmigrati;
– gli immigrati fanno i lavori che i nostri giovani non vogliono più fare;
– gli immigrati ci rubano le tradizioni e i mestieri duna volta;
– un trentenne che da quando aveva diciotto anni lavora come falegname, meccanico, idraulico ha molti più soldi in tasca di un neolaureato della stessa età, è socialmente molto più avanti e più indipendente;
– direi che ci siamo.

Bene, tutte queste frasi hanno la loro dose di verità, no? Ecco, mettetele tutte insieme in un bel calderone, fate bollire e decantare, condite con una spezia chiamata "con qualcuno me la devo pur prendere" ed ecco la profezia che turba i sonni deglItaliani (ma più in generale, degli europei) che vedono nellimmigrato il lupo alla porta:

"I falegnami negri domineranno lItalia! Accorruomo e accordonna!"

Personalmente, ho poco da aggiungere e niente da obiettare alleventuale avverarsi della profezia. Non ho capito perché scienziati per la pace, scienziati delleducazione e scienziati delle culture interdisciplinari del multiculturalismo sarebbero più degni – lhanno scelta loro la via del call center nella speranza di entrare in qualche circoscrizione comunale e organizzare vernissagesz, mica il sudanese che fa il carpentiere e si mette su unimpresa e a trentacinque anni ha già famiglia e casa di proprietà. Anzi, almeno il carpentiere sudanese avrà i soldi per poter pagare gli scienziati di cui sopra che, usciti dal call center e ancora in attesa di finire nella circoscrizione e organizzare vernissagesz, possono pulirgli la casa o fargli il giardino perché lui dopo una giornata intera a smazzare legna e calce è (giustamente) stanco morto.

E la legge della domanda e dellofferta, bebi.*

* magari non è vero, ma ci stava bene. <!– –>