Alè alè, ewwywa la dddddemograzzzzia!

"In questi ultimi tempi, minacciati dallantipolitica e dal pericolo di una deriva reazionaria, i cittadini italiani hanno capito quanto fosse necessaria una svolta. Una svolta capace di rappresentare tutti, giovani e anziani, uomini e donne, nel comune intento di realizzare quegli ideali di democrazia che sono da sempre alla base della costituzione italiana."

La frase lì sopra me la sono inventata di sana pianta, ma ditemi se non starebbe bene in bocca a Water Veltroni, in uno dei suoi discorsi strappalacrime con la mano sul cuore e locchio rivolto al sol dellavvenire. In questi giorni abbiamo assistito alla pagliacciata maxima, le Primarie per il PD, roba da spaccarsi in tre dal ridere. Per prima cosa, le primarie sono una roba del filone "giochiamo agli Stati Uniti". Il fatto é che nelordinamento americano hanno un senso perfetto, da noi manco per il cazzo: si sapeva fin dallinizio che il segretario sarebbe stato Water! A queste condizioni, in USA, le primarie non le avrebbero fatte – chi ha voglia di sprecare tempo e soldi?
Epperò, le primarie assolvono ad un compito importantissimo: danno lillusione della partecipazione e della novità. Partecipazione, perché al nascituro diamo tutti il nostro contributo! Novità: le primarie sono nuove, sono disinistra perché le ha inventate lasinistra in Italia, mica abbberlusconi, e poi ci partecipano pure i sedicenni, é un segnale! E un segnale! Water chiama i giovani! Questo vuol dire novità! Ci saranno di sicuro dei cambiamenti! Partecipazione! Novità! Novità! Partecipazione! Dialogo! Giovani giovani giovani! Franca Rame vi farà le cotolette! Scambierete opinioni sullo stato della rete idrica del Burkina Faso con Jovanotti! Dialogo e partecipazione! Chi si contenta, del resto…

Water col PD si pone, oltre che come futuro servo/esecutore dei voleri di Confindustria/Banche/RCS, come inevitabile candidato alla sostituzione dellattuale governo, evidentemente sgradito ormai pure ai suoi stessi mandanti. Non si spiega altrimenti un libro come "La Casta", uscito dallo stesso ambiente che alla vigilia delle scorse elezioni incoraggiava Prodame assortito. Il PD sarà una bella alternativa, un partito uguale diverso, di sinistra centro destra, giovane ma anziano, severo ma benevolo, con un occhio per i giovani e un altro per i pensionati, nazionale ma internazionale, europeo ma americano, laico ma cattolico, quadrato ma tondo, moro ma biondo. E democratico, ci mancherebbe, con tutti questi giovani partecipanti!

E poi, guardiamo un po questo bel sole dellavvenire democratico: Al Gore ha vinto il nobel! Lecologista dellaffare Carbon Trading! Quello che ha appoggiato un chilotone di guerriglie, vedi Iran, Somalia, Kosovo e altri ameni posti del cazzo! Con la piena solidarità della nostra sinistra Dalemamamatoprodi che, offrendo basi e aerei e truppe, ha portato un sacco di vantaggi agli apparati forti delleconomia italiana, libera finalmente di delocalizzare impianti su impianti! E di far lavorare i negri per due baiocchi! E di ottenere qui una massa di terziario precario ad libitum! Di bamboccioni*!

Solidarità ai birmani, magliette rosse! 

E lunedì cera il Blog Action Ghei, dove si faceva un post per qualcosa che non mi ricordo, ma mi sa che era la solita solenne stronzata partecipatoria giovanile e democratica. Mi sento davvero democratico, maremma impestata di guano di colombaccio.

"Partecipa! Puoi fare la differenza!!!!"
No, posso solo mandarvi in culo e deridervi.
Devo dire che, per rendere la farsa davvero degna di un Oscar, ci manca solo che Phini e Barlozzoni  fondino il  Partito Repubblicano con tanto di primarie.

* cit. Padoa-Nerchia <!– –>