Lineffabile leggiadria delle stronzate

Val la pena di spendere tre o quattro stronzate sulla questione dei nostri amichevoli vicini di Erba di quartiere? Macchè, chiccazzzosenefrega.
E sulla base di Vicenza? Sì, perchè… così, ecco. Perchè la manipolazione mediaticopolitica è interessante, non tanto per il fatto in sè.

Fatto: gli Stati Uniti sono intenzionati ad ampliare la loro base militare di Vicenza, una delle molte che hanno disseminato su e giù per lo stivale. Immagino che la telefonata sia andata più o meno così: "Salve Governoitaliano, ampliamo la base di Vicenza." "Ah".  Ricordiamo la natura di queste basi su suolo italico: finisce la Seconda Guerra Mondiale, noi finiamo (per fortuna) sotto il blocco USA e ci arrivano i soldi di ricostruzione del Piano Marshall con varie clausole interessanti. Gli USA, si sa, entrano in guerra per evitare che, con la prossima sconfitta della Germania, lEuropa finisca sotto legemonia URSS. E così a fine guerra Stalin si prende una parte dellEuropa compreso un terzo di Germania, mentre sotto il controllo geopoliticheconomico anglosassone ci vanno a finire tutti gli altri. Soldi per la ricorstruzione bla bla bla, tutto ganzo, e anche la costruzione di basi militari. Basi strategiche in una zona strategicamente importante per il controllo dello spazio aereo del Mediterraneo e delle nazioni balcaniche. Questi son fatti arcinoti. Sappiamo pure che una zecca non vive senza il cane, e di tutte le nazioni europee, nessuna è più zecca dellItalia, con la sua industria parassitaria, bollita, mantenuta in vita artificialmente in un polmone dacciaio fatto di soldi statati e acrobazie bancarie con capitali americani alle spalle. Di conseguenza, lItalia per la sua stessa natura di parassita non può permettersi di alzare troppo la testa o di fiatare.
Nessuno stupore: è così da sempre, e ancor più dalla fine della guerra. Dopo la caduta dellImpero Romano (con cui non abbiamo proprio nulla a che spartire), la penisola divenne unaccozzaglia di staterelli a dominazione variabile. LItalia come Italia, beh, su, non scherziamo, fu lunificazione di questi staterelli. Questo per sfatare il mito di unItalia potente e rispettata e importante, prima che i vili amerikani ne svendessero lonore e il prestigio.

La Grande Pagliacciata: ecco, vogliono ampliare la base. La cittadinanza non vuole, è normale. Voglio dire, è pur sempre lo stesso esercito responsabile della funivia del Cermis, e tuttavia impunito. Politicame versicolore nel marasma. In realtà è solo un teatrino. La prima mossa ridicola è di dare la colpa al governo precedente che avrebbe preso accordi in silenzio. Che poteva fare? A Berluscazzi sarà arrivata la comunicazione "fra tot anni ampliamo la base", a cui lui avrà risposto di si, non potendo fare altrimenti. Lo stesso avrebbero fatto gli altri al suo posto. In realtà tutta sta gentaglia è più che consapevole che la propria condizione è strettamente legata alla grande finanza americana. E la grande finanza americana è strettamente connessa con le operazioni militari. Il problema dei politicidimerda è come presentarsi bene al pubblico e agli elettori. Il che avviene in maniera piuttosto ridicola, come si conviene a una simile conventicola. Lo schieramento versicolore (mi piace questaggettivo) governatizio si scinde fintamente per riunire, in realtà, tutti.

"E tutta colpa del precedente governo che ha preso acordi di nascosto", dice uno.
"Dobbiamo rispettare questi impegni, eccheccazzo!" ripete lo stesso di prima dopo dieci minuti, assieme ad un tizio coi baffi.
"E uno scandalo, i diritti umani, la guerra, le basi, limperialismo!!", dicono gli esponenti della sinistraradicale, con leffetto di distogliere lattenzione. O meglio, possono anche essere sinceri, ma sono assolutamente e completamente endosistemici: in questo modo i convintoni dellantica dicotomia dx-sx, quelli che ancora filtrano ideologicamente tutto quello che vedono, possono ancora sentirsi autorizzati a pensare che a sx ci sono queste voci di dissenso, e allora la sx è meglio eh si si. Insomma, fanno da anestesia della coscienza e della ragione, come il commercio equo e solidale. Che guarda caso piace alle stesse persone.

Dallalto del mio scranno, rido di tutto questo, e assicuro che non me ne frega un cazzo. Come di tutte le stronzate sul clima che vengono dette così a ufo. <!– –>