Immagino sappiate delle proteste in Val di Susa per la costruzione delle linee ferroviarie ad alta velocità. Ci sono i vari pro e contro del caso, e ognuno avrà la sua idea in merito; personalmente non so rendermi conto esattamente dei vantaggi portati da un collegamento veloce Torino-Lione, mentre trovo orridodepilante il fatto che sia tutta una manovra per imbellettare il nord in vista delle Olimpiadi – del resto, pure i cadaveri vengono preparati per il funerale, e pure con spese cospicue. Quello che non va é, tanto per cambiare, il comportamento tenuto dalle forze dellordine e di conseguenza dalle autorità e quindi, risalendo in cima alla catena, dai proprietari di Trenitalia. Riporto una testimonianza di prima persona, inviata poco fa da un amico.  Una testimonianza del nostro paese, notoriamente fra i sette o otto più migliori assai del mondo intero – parola di presidente del consiglio.

Carissimi,

è stata una giornata epica qui in Val Susa. Sembrava di essere tornati nel medioevo più oscuro (anzi, ora ci siamo dentro).

Non solo per il cielo cupo e nebbioso particolarmente malinconico tra i castagni ingialliti alla base del Rocciamelone.

Sono appena tornato dai luoghi di guerra civile e ho la nausea. Fortunatamente non per un pugno in pancia, ho evitato i manganelli portando in giro un collega giornalista della Radio Svizzera Italiana. Ma ho il vomito per quello che ho visto, indegno di un paese civile e democratico.

Oltre mille poliziotti, carabinieri antisommossa e finanzieri lanciati contro la gente comune, come se fossimo stati i peggiori delinquenti (quelli, invece, tranquilli agiscono impuniti… dove avete mai visto 1000 uomini in assetto di guerra, dico mille, fare unoperazione di polizia contro malviventi o truffatori?)

Fin da ieri sera centinaia di persone, pensionati, studenti, di tutti insomma, hanno dormito nei boschi, braccati come fiere selvatiche, per essere pronti allalba a fronteggiare le ruspe.

Così è stato, in mezzo ai boschi alle sei di stamattina sono arrivati i blindati, sembrava di essere a Baghdad.

I Sindaci in prima linea, rappresentanti dei cittadini regolarmente eletti, presi a sberle dai carabinieri, con frasi del tipo: "Lei chi crede di rappresentare con quella fascia tricolore?"<!–D(["mb","

\r\n

Altri presi a cazzotti \r\ne buttati a terra, gente con le mani alzate e disarmata, che ribadiva la \r\nprotesta PACIFICA, spostata di peso dai prati espropriati.

\r\n

Vigili urbani che \r\nproteggevano i propri concittadini ARRESTATI (e poi rilasciati) dalla polizia di \r\nstato: ma come, Stato contro Stato? Chi è più ufficiale? Un pubblico ufficiale \r\nche difende il suo territorio dall\arroganza e dalla rapacità delle lobby \r\ncementiere o gli agenti aizzati da Roma dal ministro-talpa Lunardi?

\r\n

Eppure le interviste \r\nche abbiamo raccolto erano di una maturità sorprendente: manifestanti maturi e \r\ncompetenti, gente che citava Gandhi e il picco del petrolio.

\r\n

Gente che si chiedeva \r\ncosa mai dovremo trasportare tra vent\anni sui questi treni super-iper-mega, \r\nquando non si fanno funzionare decentemente nemmeno quelli che abbiamo ora. \r\nGente che chiedeva di impiegare 15 miliardi di euro non per bucare un\ennesima \r\nvolta le Alpi, ma per gli ospedali, per le energie rinnovabili, per il \r\nrisanamento ambientale.

\r\n

 

\r\n

Tanto per fare esercizi \r\ndi termodinamica della follia: 15 milioni di m3 di roccia estratta dalla \r\ngalleria di 54 km sotto il moncenisio non sanno dove metterli. Ecco la brillante \r\nsoluzione pensata dai progettisti: l\imbocco del tunnel è a circa 600 m, a 2000 \r\nm c\è la cava dalla quale fu prelevato il pietrisco per la costruzione della \r\ndiga del Moncenisio nel 1968. Dunque, riempiamo la cava con lo smarino e il \r\ngioco è fatto! Con un nastro trasportatore lungo 16 km eleviamo rocce della \r\ndensità di 2500 kg/m3 su 1400 m di dislivello. Solo la deriva dei continenti è \r\ncapace di tanto, ma lavora con incrementi di 1 mm all\anno. “,1]);//–>

Altri presi a cazzotti e buttati a terra, gente con le mani alzate e disarmata, che ribadiva la protesta PACIFICA, spostata di peso dai prati espropriati.

Vigili urbani che proteggevano i propri concittadini ARRESTATI (e poi rilasciati) dalla polizia di stato: ma come, Stato contro Stato? Chi è più ufficiale? Un pubblico ufficiale che difende il suo territorio dallarroganza e dalla rapacità delle lobby cementiere o gli agenti aizzati da Roma dal ministro-talpa Lunardi?

Eppure le interviste che abbiamo raccolto erano di una maturità sorprendente: manifestanti maturi e competenti, gente che citava Gandhi e il picco del petrolio.

Gente che si chiedeva cosa mai dovremo trasportare tra ventanni sui questi treni super-iper-mega, quando non si fanno funzionare decentemente nemmeno quelli che abbiamo ora. Gente che chiedeva di impiegare 15 miliardi di euro non per bucare unennesima volta le Alpi, ma per gli ospedali, per le energie rinnovabili, per il risanamento ambientale.

 

Tanto per fare esercizi di termodinamica della follia: 15 milioni di m3 di roccia estratta dalla galleria di 54 km sotto il moncenisio non sanno dove metterli. Ecco la brillante soluzione pensata dai progettisti: limbocco del tunnel è a circa 600 m, a 2000 m cè la cava dalla quale fu prelevato il pietrisco per la costruzione della diga del Moncenisio nel 1968. Dunque,
riempiamo la cava con lo smarino e il gioco è fatto! Con un nastro trasportatore lungo 16 km eleviamo rocce della densità di 2500 kg/m3 su 1400 m di dislivello. Solo la deriva dei continenti è capace di tanto, ma lavora con incrementi di 1 mm allanno.<!–D(["mb","

\r\n

Capite cosa vuol dire \r\nil delirio dell\energia facile?

\r\n

E noi stiamo qui a \r\npensare di risparmiare pochi miseri watt isolando il tetto o andando sul \r\nmotorino elettrico…

\r\n

 

\r\n

I vecchi della \r\nmontagna, fermi di fronte ai blocchi della polizia, dicevano che sono passati \r\nsolo 60 anni da quando le bande partigiane facevano gli stessi sentieri \r\ninseguite dai tedeschi.

\r\n

Pensate a queste cose \r\nquando tra tre mesi vi presenteranno la val di susa imbellettata per le \r\nolimpiadi invernali.

\r\n

 

\r\n

boh, ora sono troppo \r\nscosso per proseguire, rischio di scrivere stupidaggini.

\r\n

ne riparleremo a sangue \r\nmeno bollente. Grazie per i vostri messaggi di \r\nsolidarietà…

\r\n\r\n”,0]);D([“ce”]);D([“ms”,”25b2″]);//–>

Capite cosa vuol dire il delirio dellenergia facile?

E noi stiamo qui a pensare di risparmiare pochi miseri watt isolando il tetto o andando sul motorino elettrico…

 

I vecchi della montagna, fermi di fronte ai blocchi della polizia, dicevano che sono passati solo 60 anni da quando le bande partigiane facevano gli stessi sentieri inseguite dai tedeschi.

Pensate a queste cose quando tra tre mesi vi presenteranno la val di susa imbellettata per le olimpiadi invernali.

 

boh, ora sono troppo scosso per proseguire, rischio di scrivere stupidaggini.

ne riparleremo a sangue meno bollente. Grazie per i vostri messaggi di solidarietà…