Le proiezioni a lungo attese

Finalmente sono usciti i risultati del sondaggio curato dal WAIF (World Authority Insitute For), completamento di uno studio accurato e lunghissimo. Risultati che sono a dir poco soprendenti. "Grazie a queste proiezioni, nel lungo termine potremo", dice soddisfatto Sven Jorgensen-Gargiulo, sottosegretario svedese. Gli scettici non sembrano dare troppo peso alla cosa: "figuratevi, se" è quanto detto da Felipe Gonzalez de Garcia de Lorca de la Fuente, lasciando a intendere che niente lo farà desistere dal suo progetto iniziale.
I risultati del sondaggio sono i seguenti:

Sì:    45%
Solo in condizioni estreme:   18%             
Solo se adeguatamente protetto:   10%           
Solo dal lato strettamente economico:   6%                   
No:    4%                                                                                       
Troppo rischioso internazionalmente:    2%                          
Solo con le adeguate garanzie bio-giuridiche:  15%


Vada come vada, si tratta di un traguardo importante per lUE i cui risultati non tarderanno a farsi sentire.

Guai per i Coldplay

I Coldplay stanno per essere multati per leccesso di bontà che trasuda dalla loro musica, tanto composta e delicata. A quanto pare, i giovani che ascoltano i Coldplay vivrebbero isolati in una sorta di bambagia dove tutto è solare e cortese, e questo li potrebbe portare a gravi problemi comportamentali una volta scesi ai patti con la realtà. Esemplare il caso di Richard Kingsley, venticinquenne di Leeds che si è visto rapinare e percuotere da un gruppo di malviventi domenica sera – da fan dei Coldplay, non ha contrattaccato nè chiamato la polizia, perchè a detta sua sarebbe stato un atto troppo emotivo. "Mio figlio a scuola è stato malmenato e non ha reagito assolutamente, anzi, una volta tornato a casa si è messo a tosare lerba e a ricamare pizzi; qualcosa non va, ed è sicuramente colpa di quella musica troppo per bene che inibisce la capacità di reazione" è lallarmante conferma di Cristina Parodi da questa parte della Manica. Intanto, Chris Martin dovrà sostenere lezioni di grinta e di violenza da Triple H per due mesi e rifondere di tasca propria tutti i fan dei Coldplay rapinati in Inghilterra.

Inquinamento

Il pane vecchio è la sostanza più inquinante del mondo. Questa sorprendente scoperta arriva nientemeno che dal CERN di Ginevra. Posando due chili di pane raffermo in terra, gli scienziati hanno visto che nel giro di mezzora erano tutti finiti grazie ai volatili arrivati in gran numero per cibarsene, lasciando in cambio un immane quantitativo di guano, piume e microbi. Ripetendo lesperimento con due chili di plastica non è successo niente di tutto questo, da cui lovvia conclusione.

Un successone!

Grande successo per "Papaveri in fiamme", lultimo originalissimo, intensissimo ed emotivamente devastante libro di Gianna Aldebaran, incentrato sul doloroso rapporto fra madre e figlia nel contesto tumultuoso degli anni 70 a Bologna, Radio Alice, Ustica, la strage della Stazione di Bologna, il Muro di Gomma e i dischi di Guccini: ben 100.000 copie in una settimana, superando così il record dei precedenti "Nomen Omen" e "I Tentacoli dellAnyma". Uscirà a breve una ristampa con laggiunta di unintroduzione nuova di zecca a cura di Fernanda Pivano, che parlerà di Jack Kerouac e Ernest Hemingway. Si parla già di un film: per la regia si è offerto Paolo Carbonacci ("Gerontofilia"), mentre i ruoli di protagonisti saranno affidati a Sandro Guatemala, Ennio Antonelli, Lorenzo De Bois e Valentina Sterpagli.

Finalmente libere!

Droga e prostituzione sono state finalmente legalizzate su tutto il suolo italico. Secondo un disegno di legge, i due delicati argomenti verranno discussi con le nuove generazioni fin dalle scuole elementari, in congiunzione col catechismo, al fine di darne una visione imparziale e corretta per una fruizione responsabile e consapevole. Contemporaneamente si annuncia il via libera a qualsiasi tipo di scambio commerciale col Sudamerica.

Ultimissima


In seguito alle recenti dichiarazioni di tale On. Pera sui "capricci laicisti", il Cardinale Ruini rincara la dose. "Non la capisco, tutta questa fissazione con il laicismo, la scienza e il sapere. Perchè affannarsi con lindagine, perder tempo a ideare teorie e a dimostrarle (col rischio che poi un bel giorno salti fuori un altro tizio a invalidarvi tutto, ci avevate pensato?), quando si può dare una bella spiegazione soprann celeste sempre valida e immutabile, e che tutti possono trovare comodamente a portata di mano leggendo la Bibbia o chiedendo a me e ai miei fratelli? La complicatezza e linefficienza del mondo moderno mi stravolgono", dice il porporato riguardo ai mali della contemporaneità.

*false

<!– –>