DOPO LA CURA

…in una galassia lontana lontana, avevo bisogno di un efficiente amministratore delegato; noi padroni del vapore, sapete, non ci esponiamo mai in prima persona ma mettiamo personaggi devoti in posti chiave e ce la ridiamo alle vostre spalle. Luomo che scelsi era un senatore della repubblica galattica e quindi, come ci si può immaginare, facilissimo da comprare e corrompere. Quelluomo dimostrò incredibili capacità, fiuto, talento, al punto che in breve sterminò tutte le forze fastidiose e pericolose che cerano in giro in quel periodo e trasformò la repubblica in un tirannico impero, a cui pochi osavano apertamente ribellarsi. Quelluomo era spietato, un po sadico, manipolatore, Gran Maestro dei Sith, intelligentissimo e smisuratamente ambizioso. Quelluomo mi controllava unintero ammasso stellare, e bene: era anni in cui avevo molti problemi con tutti gli altri Signori (parte di quel che vivevo nel periodo lho concesso in esclusiva al simpatico Philip J. Farmer per "Fabbricanti di Universi") e quindi ho dovuto lasciare nelle mani di vari delegati le le zone meno importanti. Capitemi, non potevo occuparmi in prima persona di tutto, dovevo dedicare molte attenzioni alla lotta con gli altri Signori (nonché figli miei), e nel tempo restante badavo solo ai mondi più importanti. Fatto sta che il sig. Palpatine mi servì talmente bene che, dopo gli eventi narrati nelleccellente documentario di George Lucas (non veritiero solo riguardo alla morte dellImperatore appunto), mi sentivo debitore nei suoi confronti e così gli ho dato una nuova vita, un nuovo nome e un nuovo incarico. Con le più avanzate tecniche di chirurgia estetica, a cui voi arriverete fra moltissimi anni, è stato ringiovanito (anche se ora naturalmente sta invecchiando di nuovo, per riprendere le vecchie, più note sembianze) e ha deciso di avviarsi alla carriera ecclesiastica. Dopo le emozioni forti dei suoi ultimi anni di attività voleva sempre esercitare potere, si capisce, ma con meno impegno fisico e secondo modalità nuove. E così eccolo, vescovo bavarese, altro prelato in S. Pietro, capo di quellistituzione che una volta si chiamava Tribunale della Santa Inquisizione, capo della chiesa dietro le quinte da venticinque anni e de facto ora: questa la parabola del senatore Palpatine, Gran Maestro dei Sith, poi card. Joseph Ratzinger (pron. "Iosef Razingher", ignoranti), infine Papa Benedetto XVI. Cosa farete adesso che la chiesa sarà trasparente, sotto la guida del Mastino di Dio e senza il paludamento dato dalla grande star Karol? Come risponderà un mondo che va verso la mescolanza, la fusione, laggregazione di culture diverse (processo tanto difficile quanto inarrestabile), una potenziale polveriera, alla chiamata di un uomo che tiene in ostaggio milioni di coscienze e ha fra le mani senza ambiguità alcuna Come Ci Si Deve Comportare? Ad uno che facilmente potrà fare leva sullantica sindrome umana del doversi sentire per forza superiori a qualcuno, in questo caso i non-cattolici, tramite la potentissima arma del ricattatorio senso di colpa? Alla Grande Polveriera é stata aggiunta una nuova miccia scintillante. Come direbbe lamico Valentine Michael Smith, siete vicini ad una cuspide. E potrebbero essere uccelli per diabetici.

Sperando di attirare altri visitatori: Ratzinger Ratzinger Ratzinger Ratzinger Ratzinger Ratzinger Ratzinger Ratzinger. E Ratzinger.

<!– –>