Come ogni anno, il "grandaddy of them all", "where it all begins… again", insomma IL ppv che tutti attendono é alle porte. Ledizione dello scorso anno fu stupenda, ad esclusione del penoso main-event che vedeva contrapposti Lesnar e Goldberg (parlerò di questultimo figuro, prima o poi); questanno le cose sembrano meno interessanti, anche se almeno tre match si prospettano meritevolissimi di attenzione:

1)Shawn Michaels vs. Kurt Angle: questo é un vero e proprio match da sogno, costruito (come la maggior parte delle rivalità che vedono contrapposti un atleta di Raw e uno di Smackdown) durante la Royal Rumble, portato avanti a minacce e interventi inaspettati durante le puntate e destinato a sfociare, si spera, in un incontro formidabile.

2)Lincontro a sei che mette in palio la possibilità di sfidare il detentore del titolo intercontinentale di Raw. Protagonisti: Chris Jericho, Kane, Edge, Christian, Chris Benoit e lattuale campione Shelton Benjamin. Fermo restando che Benjamin, per quanto bravo sul ring, abbia il carisma di una cravatta di castagnaccio, che Kane state tranquilli non vincerà, e che agli altri leventuale vittoria non porterà nulla di nulla, potrebbe facilmente essere un bel macello – sei grandi lottatori insieme! Io tifo per Benoit.

3)Big Show vs Akebono: questo farà cagare.

E ora si passa alla parte più seria: il futuro delle giovani promesse! 

Batista
Il suo destino é ovvio: batterà HHH e vincerà il titolo, vista la popolarità enorme che si è guadagnato, lo difenderà lungo lanno più volte e poi alla fine lo restituirà ad Hunter – perché, credete che i riflettori di Raw possano allontanarsi troppo da lui? E soprattutto, come funzionerà Batista da "main eventer", riuscirà a sostenere bei match di venti minuti? Nellultimo anno è migliorato da ogni punto di vista, ma continuo a trovarlo sempre troppo lento e noioso dopo più di cinque minuti sul ring. Disintegrare lavversario in breve gli riesce benissimo, ma chiaramente questo non può fare da piatto principale. In ogni caso, la sua pare una carriera in ascesa e costruita alla perfezione: la progressiva separazione dallEvolution è stata magistrale.

John Cena
Lanciatissimo e amatissimo, Cena è la gallina dalle uova doro per la WWE e il suo incoronamento col titolone pare scontato, visto che il regno di JBL è durato molto e ha esaurito tutte le possibilità. A No Way Out il bostoniano ha sostenuto un signor match con Angle, ricordando i fasti dellesordio; non sono mai stato un suo sostenitore, fondamentalmente perché la sua finisher fa ridere i polli morti e perché ricorre spesso a incontri stile Hulk Hogan (subisco-subisco-subisco-reazione-finisher-pubblicoindelirio-acasa) che si assomigliano troppo. Però la stoffa ce lha, e il suo momento è arrivato. Ora, una incoronazione sul ring più prestigioso che ci sia sarebbe il massimo, però si vocifera di un suo passaggio a Raw… sarebbe deleterio per Smackdown, se si vuole che lo show secondario della WWE mantenga gli ascolti, anzi li incrementi, ci vuole assolutamente un campione amato. Soprattutto perché il titolo andrà difeso, magari da Eddie Guerrero passato in qualche modo al male!

Randy Orton
Il suo regno da campione lo scorso anno fece talmente schifo che fu terminato subito. Ed é un peccato perché Orton é molto meglio di Batista e Cena, ma una mala gestione ha fatto dei danni enormi mettendolo in secondo piano. Si pensa al suo rilancio, fortunatamente. A WMXXI combatterà contro Undertaker: batterlo sarebbe un bel colpo perché non intaccherebbe lOrton Legend Killer, ma Callaway non ha mai perso a Wrestlemania e non é molto incline a perdere in generale… personalmente, tifo Orton. Tra laltro pare che dopo Wrestlemania passerà a Smackdown, e questo sì che sarebbe un bel colpo: se arrivasse da cattivo, renderebbe al meglio e potrebbe finalmente farsi una  carriera lontana dallombra di HHH.

E però, la WWE è nota per le scelte illogiche. Quindi prendete tutte le cose potenzialmente positive che sono state prospettate qui sopra e capovolgetele per avere una stima plausibile dello scenario post-Wrestlemania.

Questo post è troppo mite, non va mica bene. Per riscattarmi, caro lettore, ti dico che sei un cretino nazicomunista guerrafondopacifista arianegro polenterrone pestamerde petomane pederasta. Di merda. E sono io ad avere la Verità In Tasca: é un cubo di 10x10x10, di un nero intenso al punto di catturare ogni minima emissione luminosa e provocare una leggera alterazione nel campo visivo dello spettatore – si trova sempre qualche centimetro a sinistra (o destra?) di dové realmente, e per questo non lafferi mai. Tu. Io ce lho in tasca e la contemplo e manipolo quanto voglio, e non puoi confutarmi.
<!– –>